Perché il vino fa girare la testa?

Il vino è una bevanda tratta dall’uva che, bevuto in una certa dose, provoca effetti straordinari sul comportamento degli individui.

Perché? Il succo dell’uva subisce un processo chimico detto fermentazione e diventa vino con una certa gradazione alcoolica. I chicchi dolci e gustosi generano così una bevanda che contiene una sostanza micidiale: l’alcole (più comunemente chiamato àlcol e àlcool), ovvero un composto organico formato dalla combinazione di idrogeno, ossigeno e carbonio.

Quando si beve il vino, questa sostanza viene raccolta dal sangue e trasportata nelle varie parti del nostro corpo, agisce come una droga con effetti spesso assai contrastanti. In dosi minime infatti, oltre ad essere facilmente assorbita dal nostro organismo, lo scuote e lo tonifica. Ma, non appena la dose supera il minimo consentito, ci sentiamo in preda ad una strana euforia. La testa prende a girare confusa, la lingua ad incepparsi, il corpo a perdere il naturale equilibrio. Non siamo più padroni di noi stessi.

Questo succede perché l’alcole trasportato dal sangue al cervello è intervenuto con le sue proprietà tossiche nei suoi centri motori e sensori rendendo l’individuo del tutto ebbro.