Perché il pesce fa bene al cervello?

Mangiando pesce si dorme meglio e aumenta il quoziente intellettivo, soprattutto aumenta la capacità di memoria.

Il pesce fa bene al cervello e i bambini dovrebbero mangiarlo almeno una volta a settimana.

Secondo una ricerca della University of Pennsylvania Schools of Nursing and Medicine, grazie al pesce i bimbi dormono meglio e hanno un quoziente intellettivo più alto.

Il merito sarebbe soprattutto degli omega 3, acidi grassi polinsaturi essenziali che migliorano il sonno e che sono importanti per lo sviluppo cerebrale.

Pesci grassi come acciughe, merluzzo, salmone atlantico, tonno, sgombro e altri tipi di pesce azzurro e di piccola taglia, oltre ai pesci nordici, contengono le più alte concentrazioni di omega 3.

Migliorando il sonno, questi prodotti influiscono anche sullo sviluppo dell’intelligenza, in particolare nella capacità di ragionamento.

Nella ricerca, svolta su 541 bimbi tra i nove e gli 11 anni in Cina, quelli che mangiano abitualmente pesce hanno QI più alti di 4,8 punti rispetto a quelli che lo consumano raramente o mai. Ci sarebbe anche una correlazione con la quantità, dato che chi mangia pesce, ma di meno, ha ottenuto punteggi superiori a chi non lo mangia ma inferiori ai picchi di chi lo consuma abitualmente.

Infine, un’altra ricerca della University of Pittsburgh School of Medicine ha dimostrato una relazione positiva tra il consumo abituale di pesce al forno o alla griglia (ma non fritto), e la maggiore capacità di memoria.

Parola di Minions
Io il pesce lo mangio solo il 1° aprile
Bananonina!
Don`t copy text!