Perchè i televisori si misurano in pollici?

Ad inventare le tv furono dei britannici negli anni 20, pertanto si adottò la misurazione tradizionale anglosassone.

La dimensione degli schermi dei televisori si misura in pollici. Si tratta di un metodo di misurazione vecchio quasi un secolo perché l’invenzione di questi dispositivi per la trasmissione di immagini fu opera i una serie di geniali inventori del mondo anglosassone. Tra questi, Charles Francis Jenkins e John Logie Baird. Quest’ultimo diede la prima dimostrazione di un sistema televisivo funzionante il 26 gennaio 1926 a Londra. Fu quindi naturale esprimere le dimensioni degli schermi televisivi in base al sistema di misura anglosassone.

Ancora oggi si adottano i pollici per indicare alcune misure anche se ufficialmente i Paesi anglosassoni hanno adottato il sistema metrico di misura internazionale. I pollici di un televisore indicano la lunghezza della diagonale dello schermo, cioè la distanza tra due vertici opposti.

Ma quanti cm è un pollice? Un pollice corrisponde a 2,54 centimetri.

Parola di Minions
Misura come il mio pollice... ma niente niente...
Bananonina!
Don`t copy text!